Psn

Xbox Live

mercoledì 6 ottobre 2010

Slittata!


La collector's edition di Castlevania Lords of Shadow è ufficialmente slittata.
Gamestop la dà in uscita il prossimo 21/10 (il gioco esce domani) ma pare che manchi ancora l'ufficialità da parte di Konami.
Sembra ci sia qualche problemino legato alla produzione...e comunque anche i contenuti non erano stati ufficializzati.

Mi tocca aspettare...la demo, benchè non abbia veramente nulla in comune con questa meravigliosa saga, mi aveva solleticato l'appetito.

Psp2: ci siamo(?)


I rumor si susseguono incessantemente e sembra quasi certo che la Psp 2 arriverà a fine 2011.
Non ci resta che attendere news ufficiali, anche perchè sembra che la Sony abbia in mente un hardware tecnologicamente notevole, stando alle prime dichiarazioni di chi ha ricevuto i kit di sviluppo.
Tra Psp 2 e Playstation Phone con Android sono sicuro che Sony ci riserverà parecchie "sorprese" nel giro di un annetto. ^^

giovedì 30 settembre 2010

Prosegue a gonfie vele...

...il recupero di titoli per il Neo-geo. L'ultima combo da un negozio francese ultra fornito mi ha portato i seguenti picchiaduro in versione jap: Fighter's History Dynamite e World Heroes.

Ottime condizioni ma sto tipo ha una sua personale scala di valutazione decisamente altina rispetto alla realtà. Un francese molto italianizzato và...

Il vantaggio notevole è ovviamente quello di poter evitare la dogana.

Ciau. ^^

mercoledì 29 settembre 2010

3DS: il lancio.


Nintendo ha finalmente fatto luce sul lancio del suo nuovo portatile: niente novembre per il jap come molti avevano pronosticato (e sperato aggiungo).
Il Nintendo 3DS uscirà in giappone il 26 febbraio 2011 al prezzo di 25.000 yen, circa 300 dollari, disponibile nei colori blu e nero....300 dollari! che botta :D
Nessun dettaglio ufficiale invece per Europa e America.

lunedì 27 settembre 2010

Soliti botti di fine anno...


Come ogni fine anno si accumulano decine e decine di uscite decisamente interessanti e ad ogni videogiocatore toccherà sacrificare qualcosa.
Stare dietro a tutto, specie per chi possiede più di una console è un'impresa.

Settembre ci ha portato il playstation Move, che per ora sento di tralasciare per via del suo costo e soprattutto per la mancanza di giochi di qualità: di titoli sportivi alla wii sport e giochini fatti tanto per, non ho fin troppo da un bel po'.

Che dire di Halo Reach? Sto giocando gli ultimi livelli e la campagna in single player è molto varia e appassionante, quasi quasi azzardo col dire che ci troviamo di fronte al miglior Halo di sempre. Finalmente anche il comparto tecnico è stato potenziato per stare al passo coi tempi.

I fan della corse staranno già giocando all'ultima fatica Codemasters: un gran bel ritorno per un gioco ufficiale di Formula 1, disponibile per Ps3, 360 e pc il gioco ha dalla sua un ottimo comparto tecnico e un buon modello di guida, sebbene manchi qualcosa sul lato simulativo per raggiungere la vetta. Ma è sicuramente un ottimo punto di (ri)partenza.

Metroid Other M mi solletica parecchio, il Team Ninja è una garanzia di qualità e azione e in effetti i giudizi sono più che positivi da qualsiasi parte. Toccherà sicuramente rispolverare il wii.
New importante al riguardo è quella odierna: un bug colossale si presenta in determinate occasioni e se potete evitatelo seguendo questo procedimento.

Settembre non è ancora finito che è tempo di tornare ad uccidere migliaia di zombi in Dead Rising 2, titolo per il quale onestamente ora come ora non nutro particolare hype, nonostante voti e commenti possano invogliare all'acquisto e nonostante il primo mi sia piaciuto molto. Boh?

La solita doppietta di titoli calcistici che eviterò tranquillamente come da anni a questa parte soddisferà gli appassionati sportivi, con Fifa 11 che comunque mi ha fatto un'ottima impressione, veramente molto bello, al contrario di Pes che mi ha lasciato freddino.

Subito dopo i botti di settembre arriverà ottobre e anche qui ci sarà da godere: Enslaved e Castlevania, nelle loro edizioni limitate/collector, continuano a chiamare a gran voce il mio portafoglio. Dopo aver giocato la demo, devo dire che mi ha piacevolmente sorpreso l'ultimo lavoro dei Ninja Theory e questo Enslaved potrebbe rivelarsi una gran bella sorpresa.
Castlevania e 3d non sono mai andati troppo d'accordo ma sembra che stavolta sia quella buona: pessimi i giudizi di chi ha provato la demo (esclusiva al momento degli abbonati al playstation plus) mentre le primissime recensioni si attestano su livelli molti alti. Dov'è la verità?
Ottobre sarà un mese incredibile: BlazBlue Continuum Shift (e qua godo e non a caso l'ho scritto per primo :D ), Fallout: New Vegas, Medal of Honor, Fable III, Vanquish (lo metto sulla fiducia e perchè la demo non è male) i nuovi titoli dedicati all' Nba...

....boooom! :D

mercoledì 22 settembre 2010

Super Street Fighter IV non arriverà su pc(?)


Molto probabilmente Super Street Fighter IV non arriverà su pc, nonostante il precedente episodio abbia venduto benone.
Yoshinori Ono (producer della serie) ha dichiarato che il motivo è legato alla pirateria, troppe infatti sono state le copie del picchiaduro Capcom scaricate illegalmente.
In culo a tutti i pirati quindi, continuando così la strada per il gaming su pc non durerà molto e non è che adesso, sotto molti punti di vista, goda certo di ottima salute.

mercoledì 15 settembre 2010

Ryu is back


Annunciato.
Ninja Gaiden 3.
Godo.

John Marston...


Credo che Red Dead Redemption sia il picco più alto raggiunto da Rockstar.
Credo che ognuno di noi debba seguire e innamorarsi di questa storia, di questi personaggi così caratterizzati, così vivi seppur estremizzati nei loro comportamenti e nelle loro follie.
Forse ognuno di noi troverà qualcosa in comune con il protagonista o con uno dei numerosi personaggi secondari che incontreremo nella storia; partendo da John Marston, una persona semplice e poco colta, legata ad un passato da cui non si riesce a fuggire, da cui è difficile redimersi, e forse non basta neanche giustificarsi dicendo che si commettevano grossi crimini solo per aiutare i poveri. Sarà vero poi?
Quando John sarà lasciato a morire dalla sua banda dopo una rapina andata storta, comincerà il lungo viaggio dedicato in cerca di vendetta o in cerca di se stessi, ma con lo scopo di poter finalmente vivere una vita serena, senza sensi di colpa e ovviamente scontare i suoi crimini di fronte alla legge.
Legge che, attraverso il suo massimo rappresentate, tale Edgar Ross, vuole ripulire la città dal crimine e garantire la pace e la civiltà; così il rapimento della famiglia di John sarà una condizione necessaria di ricatto per ottenere i nostri servizi, oltre a quella ovviamente di scontare i nostri crimini di fronte alla legge.

Lo sfondo sarà quello di un selvaggio west nel periodo in cui qualcosa sta cambiando, la tecnologia e la civiltà si stanno imponendo con la forza e con l'inganno ad opera dell'uomo bianco.
Inutile dire che il paesaggio, l'ambientazione riprodotta, lo stile e l'atmosfera sono eccezionali. Incredibili in quanto a vastità, cura nei dettagli...il lavoro svolto ha richiesto molto tempo, un grosso investimento di denaro (per questo titolo la Rockstar ha dichiarato di aver speso 100 milioni di dollari) e il risultato è tutto dalla loro parte.

Chiunque abbia giocato un qualsiasi titolo di questa storica software house o un gta si troverà subito a proprio agio nei panni di John Marston. Il gameplay infatti è quanto di più vicino alla serie di quanto si possa immaginare, con decine e decine di missioni, personaggi, extra, sfide...di carne al fuoco ce n'è molta ed anche se deciderete di seguire solamente l'ottima storia ne avrete per oltre 20 ore.
Farsi rapire dagli eventi, dalla richiesta di aiuto dei numerosi e bizzarri personaggi sarà facile e le ore a cavallo nelle lande desolate americane voleranno come non mai.

Red Dead Redemption è un gioco da vivere, da giocare con calma, storia e dialoghi sono importanti per capire il passato di ogni persona, cosa li spinge ad andare avanti, i loro sogni e le loro speranze; è un gioco in cui perdersi nelle missioni secondarie o semplicemente passeggiando in mezzo alla meravigliosa natura incontaminata tra paesaggi evocativi che trasmettono un'incredibile voglia di essere lì.

Niente texute, grafica e frame rate: ciò che mi rimarrà di Red Dead Redemption sarà la sua storia, la vita di John Marston.
[9/10]

domenica 5 settembre 2010

Colpi dalla capitale!


Girando su ebay ho trovato un negozio a Roma che tratta esclusivamente retrogame.
Decisamente molto fornito, nonostante punti molto (forse troppo per i miei gusti :D ) sulla quantità di titoli (pal/usa/jap) per numerosissime retro-console invece che sulla qualità dei titoli.
Prezzi onestissimi, in linea con le quotazioni del mercato e proprietario molto gentile e disponibile.

martedì 31 agosto 2010

Gioco demm....


Nonostante lo stile e l'atmosfera siano riusciti e un filino originali, benchè l'ispirazione sia evidente, costruire un intero gioco su un paio idee, peraltro non profondamente e finemente sviluppate, ben presto finisce per mostrare evidenti limiti.

Così Wet è piacevole le prime due orette e nei panni di un'affascinante killer ci troveremo coinvolti in una storia di sangue e tradimenti. Storia tra l'altro che ho trovato noiosa e mal narrata/sceneggiata.
Pistole e katane, bullet-time e fasi platform sono gli ingredienti alla base di questo action. Che non sarebbe neanche tutto da buttare se non fosse che alcune sessioni risultano tremendamente noiose e frustranti, dall'imprecisione di alcune collissioni alle scelte infelici di game-design.
Come dicevo, la mancanza di idee ben presto viene a galla e dopo poco, uccidere nemici su nemici (peraltro molto simili tra loro in quanto a design e comportamento) attivando il bullet time mentre si compiono acrobazie finisce per stancare il giocatore presto. Bisogna anche uccidere con stile e inanellare combo e uccisioni premia il giocatore, ma sinceramente non si sente neanche troppo il bisogno di impegnarsi più di tanto. In alcuni punti si attiva una sorta di modalità "ultra", in cui Ruby, la nostra protagonista su uno sfondo visivo rossastro e quasi monocromatico diventa come una belva capace di abbattere orde di nemici con un paio di colpi.
Le 7/8 ore necessarie per portarlo a termine mi sono sembrate un'eternità e non vedevo l'ora che finisse per togliermi come un peso...il segno che qualcosa non è andato per il verso giusto è evidente e l'averlo pagato due soldi è solo una magra consolazione.

Altre sezioni infine sono basate esclusivamente su quick time event.
Piacevoli diversivi, spesso però risultano poco ispirati o divertenti, risultando anch'essi ripetitivi e spesso forse anche ridicoli a lungo andare.

Chiudo qui, spendendo giusto due righe sul comparto tecnico che nonostante lo stile e l'atmosfera apprezzabili, mostra una realizzazione in generale datata e poco curata, figlia di un budget ridotto e di una relativa incapacità/svogliatezza dei programmatori.
Titolo decisamente passabile questo WET, nonostante ora sia recuperabile a prezzo stracciato, mi risulta molto difficile consigliarlo.
[5/10]


Tra Limbo e Shank...scelgo te!


...e non solo perchè sei mora e formosa :D

Lara Croft e il Guardiano della Luce mi ha piacevolmente sorpreso. Ci credete che non sapevo nulla del gioco? o meglio, non volevo sapere nulla, il mio interesse per Lara e le sue avventure è calato dai tempi della ps2 nonostante abbia più o meno giocato quasi tutti gli episodi.

Ciò che colpisce subito è la visuale del gioco, decisamente lontana dalla classica impostazione in terza persona tipica della serie a cui siamo molto abituati. La visuale è del tipo isometrica, ricorda molto i titoli anni '90...ma nonostante questo ci troveremo di fronte il solito mix di avventura, sparatorie ed enigmi.

L'antico manufatto maya di turno non deve assolutamente essere toccato ma nè a Lara nè alla malvagia organizzazione umana la cosa interessa minimamente, e così basta poco per liberare l'antica maledizione che libererà un malvagio demone che, indovinate un po', vuole impadronirsi del mondo.
Toccherà a noi quindi salvare l'umanità.

Guidare Lara attraverso i numerosi livelli risulta immediato, appagante, piacevole e notevole sarà la componente action del titolo, dato che molti saranno boss e nemici, spesso anche enormi, che dovremo far fuori.
Le numerose armi a nostra disposizione consumeranno la barra delle munizioni che si esaurirà molto presto con l'uso di armi più potenti. Sistema intelligente per non utilizzare sempre l'arma più potente e comunque sarà possibile ricaricarla raccogliendo munizioni qua e là.
Non mancano ovviamente enigmi, fasi platform e numerose sfide all'interno del gioco.
Gli enigmi rappresentano una nota estremamente piacevole del gioco e risultano veloci, intelligenti e mai frustranti. Superare le numerose sfide e le varie stanze-enigma all'interno dei vari livelli ci garantirà l'accesso a power-up, armi e antichi manufatti da collezionare.
Lara infatti, come in una sorta di gdr, potrà equipaggiare alcuni oggetti che potenzieranno alcune nostre caratteristiche principali.

Un ottimo comparto tecnico in linea con tutta l'aria che si respira nel corso dell'avventura, ovvero quella di un gioco totalmente riuscito ed ispirato, completa un quadro di un gioco arcade di notevole qualità, di quelli che non si possono fare a meno di consigliare a chiunque sia in cerca di un titolo piacevole e godibile con il quale passare qualche oretta prima di gustarsi il finale.
Il raggiungimento dei tutti gli achievement invece richiederà molto più tempo e impegno.
Infine è presente la possibilità di giocare in coop, per il momento solo offline e a breve una patch abiliterà l'online.

Difficile trovare qualche difetto, se vogliamo il doppiaggio non raggiunge livelli eccezionali e forse alcuni livelli sono meno ispirati di altri in quanto a level design e ritmo di gioco ma...stiamo parlando di un gioco in digital delivery, proposto a 1200 microsoft points (circa 15 euro).
Difficile pretendere di più da quello che, senza dubbio, è una dei migliori action/adventure presenti su Xbla.
[8.5/10]

sabato 21 agosto 2010

Aaaaaand the wiiiiinneeeeeeerr iiiissss....


Il gamescom è agli sgoccioli ma i verdetti sui migliori titoli della fiera sono già stati emessi:


Miglior titolo della fiera
Gran Turismo 5 (Sony - PS3)

Miglior gioco per console
Gran Turismo 5 (Sony - PS3)

Miglior gioco per PC
Crysis 2 (Electronic Arts - PC)

Migliore periferica
PlayStation Move (Sony - PS3)

Miglior gioco online
Guild Wars 2 (NCSoft - PC)

Miglior gioco per famiglie
Kirby's Epic Yarn (Nintendo - Wii)

Miglior titolo su portatile
Super Scribblenauts (Warner Bros - DS)


Gran Turismo, vicino ormai al completamento, è stato il gioco più premiato. Boh nulla da dire, la serie non mi fa impazzire dai tempi del due...

Sono molto curioso di vedere Crysis 2 in azione, sperando di non dover cambiare scheda video per poter godere dello splendore del suo motore grafico. Inutile dire che credo molto in questo titolo.

Il premio dato a Move non fa altro che confermare e rinnovare il mio interesse per questa periferica che, ormai lo sappiamo tutti è una copia del controller wii e blablabla, ma ho l'impressione che sarà una copia decisamente migliore; il discorso è che potrà garantire una precisione maggiore, ci si ritroverà a giocare in hd o fullhd, con giochi decisamente più adatti ai videogiocatori e soprattutto si avrà sempre l'alternativa del classico pad.
Killzone 3
sarà l'esempio perfetto di tutto ciò.

Il futuro videoludico appare quindi decisamente interessante, nonostante seguiti e brand famosi la facciano da padrone ormai...ma intanto godiamoci il presente.

mercoledì 18 agosto 2010

Eccoloooooooooo!


Finalmente!

Il gamescom è stato il teatro per la presentazione di Resistance 3, episodio che a detta dei programmatori sarà molto più vicino al titolo di esordio come gameplay, accogliendo le critiche dei fan che hanno ritenuto il seguito troppo diverso e troppo vicino agli sparatutto più tradizionali...e non posso che essere doppiamente contento. ^^

Teaser trailer ufficiale.

giovedì 12 agosto 2010

Ancora rumor su PSP Phone


Ancora rumor su PSP Phone - SpazioGames.it

Decisamente interessante questo oggettino high-tech che molto probabilmente vedrà la luce.
La foto ovviamente è una qualche sorta di fake trovato in giro per il web.

Insomma...la mossa di Sony per contrastare un po' l'Iphone di Apple?

mercoledì 11 agosto 2010

Demon's Souls: capolavoro?


L'averci dedicato oltre 40 ore può far capire quanto rulli questo Demon's Souls, gdr-action esclusiva Ps3.
Un po' gdr, un po' mmorpg se vogliamo...attraverso la solita storia fatta di demoni e città da salvare, saremo chiamati a distruggere molti demoni lungo un percorso veramente arduo anche perchè in Demon's Souls la morte acquista un valore notevole.
Ma andiamo con ordine.
Scelto il nostro personaggio, impostato il fisico e la classe di appartenenza, dopo un brevissimo tutorial ci troviamo subito nella realtà del gioco: l'esperienza si accumula assorbendo le anime dei mostri che uccideremo e questo è l'unico modo per far crescere le caratteristiche del nostro personaggio (forza, destrezza, intelligenza ecc...) ed è anche l'unica moneta di scambio all'interno del gioco.
Morendo (il che avverrà spesso) si passa in forma di anima e si avrà l'occasione, una sola volta badate bene, di recuperare le anime accumulate fino a quel momento tornando nel punto esatto dove siamo morti. Il problema è che:
- in forma di anima avremo il 50% di hp in meno (70% circa equipaggiando un anello)
- saremo rispediti all'inizio del dungeon
- TUTTI i nemici torneranno al loro posto.
- la difficoltà aumenterà con l'aumentare delle volte che moriremo in forma fisica.
Il mondo è influenzato dalle nostre azioni, compiere azioni buone, uccidere i boss, sposta il mondo verso il lato bianco, mentre morendo ed eseguendo azioni malvagie sposterà il mondo verso il lato nero, con nemici più difficili e più esperienza.
Sistema decisamente originale quanto bastardo, se inizialmente prenderete mazzate a destra e sinistra e morire sarà una cosa all'ordine del giorno...abbiate pazienza, avanzate con cautela, studiate il nemico, trovate il vostro stile di combattimento, potenziate il vostro personaggio appena potete, expate, grindate...insomma, l'impegno richiesto sarà notevole ma alla fine verrete ampiamente ripagati: sconfiggere un enorme boss, colui che, dopo essersi fatto due risate vedendoci e in seguito averci fatto mooooooolto male, vi darà una soddisfazione enorme.
Non da ultimo, conoscere il profondo e abbastanza tecnico combat system sarà fondamentale per la vostra sopravvivenza.

Giocando collegati alla rete, Demon's Souls fa un uso particolare dell'online, ci capiterà per esempio di imbatterci in messaggi e consigli lasciati da altre persone, oppure in macchie di sangue che ci faranno vedere se vogliamo, il modo in cui è morto qualcuno lì, fornendoci quindi un ottimo consiglio per evitare di fare la sua stessa fine.
Non sono tutte rose e fiori però: giocando il livello in forma umana, il nostro mondo (se con il nostro boss ancora in vita) potrà essere invaso da qualche spettro nemico (più o meno del nostro stesso livello di esperienza), il quale avrà il solo scopo di farci la pelle.
Questo perchè, in forma di spettro, per recuperare la forma di vita sarà necessario:
- uccidere un boss
- usare una pietra abbastanza rara e cara
- invadere un mondo nemico e uccidere il suo inquilino.

Graficamente il titolo è molto buono, non raggiunge forse il massimo visto sulla console Sony, ma stile, ambientazione, modelli poligonali (soprattutto dei boss) e animazioni sono veramente notevoli.

Demon's Souls non è un gioco per tutti: è difficile come una volta, bastardo come non mai, richiede tempo, impegno e molta pazienza, ma può ripagare il giocatore con grandissime soddisfazioni.
Personalmente è stato uno dei giochi che più mi ha preso in questa generazione e volendo il tempo che gli ho potuto dedicare potrebbe come minimo raddoppiare se mi dedicassi al raggiungimento dei trofei mancanti, alla ricerca delle armi più rare, a scoprire le altre classi e al multiplayer competitivo...
[9/10]

sabato 7 agosto 2010

Viva il Neo-geo


Ennesimo titolo Neo-geo aes, console che ho deciso di rimpinguare partendo da titoli più comuni e a prezzi più accessibili.

Da un venditore jap di ebay questa volta mi porto a casa il picchiaduro World Heroes 2 Jet in ottime condizioni.

Per i prossimi colpi retrogaming l'appuntamento è rimandato a settembre...forse :D

Che vuoi di più dalla vita?


E' gratis.
E' fatto veramente bene.
E' divertente.
E' longevo.

Cosa volete di più dalla vita?

Tutto questo è Alien Swarm, sparatutto principalmente votato alla cooperativa multiplayer. Ha il profumo di un Left4Dead nello spazio, la visuale è quella dall'alto e nei panni del soldato di turno ci si lancerà in compagnia di altri 3 amici nell'esplorazioni di basi più o meno infestate da alieni.
Nel corso dei vari livelli dovremo portare a termine diversi obiettivi, abbastanza vari e impegnativi e soprattutto cooperare: il medico deve curare (e non solo) i compagni, il tecnico dovrà hackerare e sistemare i vari sistemi software attraverso una sorta di mini-giochi per sbloccare porte e situazioni mentre chi è ben armato dovrà preoccuparsi di respingere gli attacchi alieni...ma soprattutto bisognerà stare vicini.
Le missioni non sono moltissime, ma grazie ai diversi livelli di difficoltà si prestano decisamente ad essere giocate e rigiocate più volte, anche perchè ogni gruppo ed ogni partita faranno una storia a se. Inoltre il sistema di crescita personale è legato alla riuscita delle stesse: completando le varie missioni accumuleremo esperienza e, salendo di livello, sbloccheremo numerose armi e gadget più o meno utili ed efficaci. Inoltre il gioco è aperto ai mod amatoriali quindi...
Il sistema funziona benissimo, tante saranno le armi e gli accessori disponibili per poter avere la meglio sugli alieni che attaccheranno da ogni lato e in numero notevole.
Il gioco quindi vi divertirà e impegnerà per molto tempo, la voglia di salire di livello sarà fondamentale così come quella di rigiocare le stesse missioni aumentando la difficoltà e provando ogni volta una sfida diversa e impegnativa.

I controlli sono praticamente perfetti, semplici e immediati, mentre il motore grafico è fluido e pulito, al massimo del dettaglio possibile poi risulta veramente piacevole da guardare nonostante le ambientazioni siano un po' stereotipate e non presentino situazioni originali.
Capita magari di dover perdere troppo tempo per trovare la giusta partita online, sia in termini di connessione, di attesa, che di affiatamento a livello di gruppo ma questi sono forse più problemi legati al tipo di gioco prettamente online che al gioco stesso.

Pienamente promosso questo Alien Swarm...divertente, impegnativo, longevo, totalmente gratuito (disponibile su Steam)...c'è solo da ringraziare Valve e chi per loro. ^^
[8.5/10]

venerdì 6 agosto 2010

I need microsoft points!


Summer of Arcade decisamente caldo questo del 2010! Tra i titoli proposti, l'altra sera ho avuto modo di provare Limbo e Castlevania Harmony of Despair, personalmente i più interessanti.

Limbo, nella sua brevissima demo, racchiude tutto ciò che di bello ci si aspettava dal gioco: atmosfera unica, un silenzio particolare, la solitudine di un viaggio affascinante quanto rischioso...
la meccanica è un po' platform, un po' puzzle...sono rimasto decisamente colpito...uao!
Bello, bello e ancora bello, assolutamente un gioco che va acquistato, un qualcosa di diverso, un lavoro che va necessariamente premiato con l'acquisto.
dura poco? costa troppo? dio esiste? basta domande inutili, giocatelo.

Castlevania Harmony of Despair è...è...non è...è...spiazzante! Mi aspettavo l'ennesimo Castlevania, volevo il solito episodio metroidiano, un castello da esplorare con abilità da guadagnare, boss da sconfiggere ecc...in full hd...aaaahh sbav.
Questo invece è un episodio decisamente diverso, si ha la possibilità di scegliere diversi personaggi più o meno noti ai fan e si hanno 30 minuti per raggiungere il boss e sconfiggerlo, meglio se in multy. Perchè questo Castlevania sembra fare molto affidamento sul multiplayer, c'è anche la possibilità di giocare contro altri giocatori.
Serie snaturata? Un gradito diversivo? Non lo so...lo giocherò più in la e poi si vedrà.
^^

lunedì 2 agosto 2010

Le ali della libertà...




Preso! :D

Ok, decisamente acquisto compulsivissimo questo, più che altro perchè mi tentava tantissimo la collector's edition, disponibile sembra in quantità abbastanza limitata (al momento su ebay sembra già aver acquistato un discreto valore).
Il genere non è tra i miei preferiti...

Poi oh...per onore a questa storica saga!

Poi perchè lo giocherò, ogni tanto è necessario cambiare genere altrimenti a forza di fps, sparacchini 2d e picchiaduro ci si rompe... ^^

Ho letto pareri e recensioni esaltanti, il problema ora è staccarsi da Demon's Souls, Alien Swarm ecc...

^^

lunedì 26 luglio 2010

From Japan...


2-hit combo :D

Donpachi per Saturn (l'adesivo è esterno ovviamente ^^)
&
Super Sidekicks 2 per Neo-geo (cover abbastanza orrenda haha)

Nel Comic-con dei picchiaduro..


E' arrivato l'annuncio di

Street Fighter III: 3rd Strike Online Edition!

...uao!

Per ora non si sa praticamente nulla...di sicuro sarà un'edizione diretta a Xbla e Psn, in hd e ovviamente con la possibilità di giocare online.

Street Fighter x Tekken


O___o

http://www.youtube.com/watch?v=N6U7jZ-qMfI

Ok riprendersi ora...


2012... :'(

mercoledì 21 luglio 2010

E' il giorno di Limbo!


Oggi su Xbla è disponibile Limbo, platform dallo stile atipico ma decisamente accattivante. Impersoneremo un ragazzo che varcherà i confini dell'inferno in cerca della sorella smarrita.

Le prime recensioni sono ottime e sono troppo curioso di provarlo, lo scorso E3 ha ricevuto molti "best of" in diverse categorie.


Trailer!


Sito ufficiale

martedì 20 luglio 2010

Dodon shmups!


Arrivato fresco fresco dal Jap, Dodonpachi Daioujou Black Label Extra, ultimo episodio di questa famosa saga di sparatutto 2d.

Ora credo, ma più che altro lo spero, che sia l'ideale tra una partita e l'altra con Demon's Souls, che lo dico già ora, è un gran gioco e se ti fai rapire dalla sua semplice meccanica è la fine.
^^

sabato 17 luglio 2010

2 hit-combo!


Il giretto per i centri commerciali romani mi ha portato questa piccola combo:

Demon's Souls: nonostante non sia il mio genere preferito, ne ho sentito parlare talmente bene che non ho potuto resistere. Il gioco è difficile e bastardo tanto da invogliarmi ad accettare la sfida. In attesa di un clima migliore però. Ed Heavy Rain può ancora aspettare. argh.

Gran Turismo: edizione portatile decisamente passabile...ho avuto modo di giocarlo in prestito per qualche oretta scarsa tempo fa, l'averlo preso a 9.90 brand new giustifica il fatto che lo metterò li in mezzo alla valanga di giochi psp senza ovviamente rigiocarlo minimamente.
Trovato da Saturn, se vi interessa l'offerta...

Presa!


Xbox 360 "slim" presa al volo... :D
Ottimi le prime impressioni! Design lucido, decisamente hi-tech e ridotte dimensioni rispetto al modello predecente. L'alimentatore purtroppo è sempre esterno, anche se più piccolo e leggero.

Il passaggio dei dati dalla vecchia console a quella nuova è stato incredibile: ho preso una chiavetta usb, ho usato l'opzione per copiarci sopra tutto il contenuto del mio vecchio hdd, escludendo le demo ovviamente, quindi selezionando il profilo, i salvataggi e gli arcade acquistati e poi l'ho riversato sulla nuova console con la stessa modalità. Procedimento rapido e indolore...da microsoft non me lo sarei aspettato :D

Presa ieri dicevo, l'ho provata poco ma non ho potuto fare a meno di notare l'incredibile (soprattutto considerando il vecchio modello) silenziosità! In idle la console praticamente non emette suoni, mentre con il dvd dentro si percepisce solamente il rumore leggero delle ventole: addio laser-frullatore, non mi mancherai!

Posto foto, decisamente scura ma provvederò a fare qualcosina di meglio :D

mercoledì 7 luglio 2010

Il caldo fa cantare...Pata-Pata-Pata-Pon!


Ricordo di aver passato qualcosa tipo una trentina di ore sul primo Patapon, mix riuscito a base di musica e strategia disponibile solo su Psp.

Con il caldo si sa, giocare diventa meno piacevole, la mia cameretta diventa un forno già dopo una mezz'ora in cui il mio plasma e la console di turno buttano fuori aria bollente dai loro caldi circuiti.
I mondiali di calcio da seguire, la voglia di uscire e il resto fanno si che anche il tempo per mettersi davanti la tv sia sempre meno e così non rimane che la classica partita della mezzanotte, distesi sul letto mentre un filo di aria fresca passa dalla finestra, quella partita che inevitabilmente ti farà fare le due.

"Ricordo di non aver finito Patapon 2"...ho pensato qualche giorno fa, gravissima la cosa! :D

Patapon 2 è il seguito di Patapon (ma va? genio!), esperimento quasi unico nel panorama, dove nelle vesti di un Dio dovremo guidare il nostro popolo, i Patapon appunto, esseri piccoli e simpatici simili ad un grande occhio con gli arti, verso la conquista di un posto dove regna la felicità, dove sarà possibile incontrare quella "Cosa": questo posto leggendario si chiama Fineterra.
Avremo a disposizione diverse truppe e in questo seguito c'è qualche novità in quel senso anche se in generale le novità sono più piccole e incisive di quanto si potesse attendere ma sinceramente sono convinto che la formula funzioni bene già così e non necessiti di grossi cambiamenti.

A tempo di musica, suonando un tamburo con i tasti, impartiremo un comando al nostro battaglione, scelto tra diverse classi disponibili (divisibili in linea di massima tra arcieri, guerrieri ecc...unità a lungo raggio, difensive, unità più efficaci contro gli edifici ecc...).
Il tamburo ci permetterà di suonare diverse canzoncine, inutile dire che spesso la scelta della canzone giusta al momento giusto è fondamentale nella missione, soprattutto durante gli scontri con i boss.
Prima di arrivare però in battaglia, bisogna gestire il nostro esercito, farlo crescere e potenziarlo, equipaggiarlo a dovere e raccogliere tutto il materiale necessario per far nascere ed evolvere i nostri Patapon. Ogni razza, ogni classe, ha i suoi vantaggi e i suoi punti deboli....insomma, Patapon è più pronfondo di quello che in realtà può sembrare, il bilanciamento è ottimo e le missioni spesso si risolvono al limite. In generale il livello di difficoltà è medio/alto e sarà necessario ripetere le missioni di caccia o scontri con i boss per raccogliere le risorse necessarie al potenziamento dei nostri sudditi.

Stile grafico azzeccatissimo, divertente, simpatico, semplice e curato...così come le musichette che ci accompagnano e che risuoneranno spesso nella nostra mente.

Bello, bello e ancora bello, Patapon è una serie in grado di rapire totalmente il giocatore che sa a cosa va incontro, colui che gli dedicherà il tempo necessario per capirlo ed apprezzarlo. In effetti...il genere può non piacere a tutti o risultare difficile, perchè ripeto, superare alcune missioni si rivelerà una bella impresa.
Il primo è stata una bellissima sorpresa, questo seguito non fa che perfezionare la formula aggiungendo piccole novità un po' ovunque.
Longevità assicurata...una volta rapiti dalla meccanica, dalla voglia di scoprire tutti i Patapon, le ore voleranno in compagnia di questi esseri così simpatici e la ricerca di Fineterra, questo posto magico e leggendario che donerà la felicità al vostro popolo sarà anche la vostra.
[8.5/10]

martedì 6 luglio 2010

Sembra che la Sony...


...sia al lavoro su un nuovo hardware e ben presto potrebbe arrivare un annuncio ufficiale.

Che sia la tanto attesa Psp2, illustre assente nel corso del recente E3?
Io ci scommetterei...non vedo altre possibilità se non un reale successore dell'attuale psp, hardware che comunque è in vendita da molto tempo e, benchè la console continui a vendere molto bene, soprattutto in giappone, è vittima di uno successo relativamente scarso sul lato software in quanto a vendite e comunque Sony deve proporre la sua macchina che andrà a lottare con il Nintendo 3ds. (ma anche con Iphone e Ipad volendo...)
Chiaro che, mamma mia, la battaglia sarà dura vista l'accoglienza che ha già ricevuto il portatile Nintendo, ma in fondo, a pensarci bene per anni la grande N è stata la regina incontrastata dei portatili e Sony l'unica a proporre una valida e solida alternativa.

Come sarà la nuova Psp? è presto per dirlo...so solo che ne vedremo delle belle. ^^

venerdì 2 luglio 2010

Il lato oscuro di Zelda


La versione "oscura" della storica saga Nintendo è sicuramente questo Darksiders. Diverse volte qualche software house si sarà ispirata alle avventure di Link ma finalmente qualcuno è riuscito a farne sua l'essenza.

Darksiders si presenta come un gioco di azione/avventura in terza persona, con una fortissima e ispirata ambientazione fantasy curata e diretta da Joe Madureira, fumettista di fama mondiale che ha nel suo curriculum anni di esperienza presso la Marvel. Subito quindi, è facile notare questa impostazione "apocalittica" della sceneggiatura e delle ambientazioni, veramente originale, riuscita e piacevole, capace di tenere sempre alta la curiosità del videogiocatore.

Nei panni di Guerra, uno dei 4 cavalieri dell'Apocalisse, ci troveremo immersi in un circolo fatto di guerra e tradimenti tra Angeli e Demoni, il Bene e il Male.
Alla base di tutto ciò per fortuna troviamo un gameplay solido e appagante, condito da un ottimo sistema di controllo a base di dungeon "zeldosi", esplorazione e combattimenti. Tutto funziona bene, i comandi rispondono in maniera rapida e precisa, i combattimenti sono un po' troppo da button smash e alla lunga un po' ripetitivi forse, ma è chiaro che questo aspetto non è la qualità princilale del gioco.
Arrivati nel primo dungeon, sarò subito chiara l'ispirazione presa da Zelda di cui ho già accennato: porte, chiavi, scrigni e oggetti come boomerang, bombe e quant'altro saranno subito familiari nella meccanica a chi ha già avuto modo di giocare qualche avventura nei panni di Link.
Benchè manchi un po' di originalità quindi, il tutto fila via in maniera fluida e impegnativa, presentando comunque enigmi propri e sicuramente intelligenti, originali e impegnativi quanto basta. Alla fine ci attenderà il classico boss che necessiterà di strategie ben precise, che spesso richiederanno l'utilizzo del nuovo oggetto da poco recuperato.

Niente da dire sul lato tecnico, nonostante il gioco non faccia gridare al miracolo e il framerate non sia solidissimo, Darksiders si fa notare e apprezzare per il lato artistico e stilistico e diciamo che in generale il lavoro svolto è molto buono, fatto con cura e attento ai particolari.

Il gioco è lungo, impegnativo il giusto (soprattutto a livello difficile), gratificante e profondo, insomma stoDarksiders è stato una piacevole sorpresa. Per portarlo a termine a livello difficile ho impegato circa 17/18 ore effettive, veramente niente male considerando il genere di appartenenza. Nella prima passata ho sbloccato circa il 75% dei trofei, ottenendone molti d'oro e sinceramente non vedo molto interesse per una seconda avventura.
Il gioco, oltre che nella versione Ps3 da me giocato, è disponibile su Xbox 360 e a settembre arriverà in edizione pc.

Complimenti a Vigil Games, ci vuole anche coraggio per tirare fuori dal nulla un titolo del genere senza affidarsi a seguiti...
La qualità è alta e titoli così non possono che essere premiati con l'acquisto.
(8.5/10)

martedì 29 giugno 2010

Psn Plus = eebbbbrrravaaa Sony!


Oggi, con l'arrivo dei nuovi firmware per Ps3 e Psp, ci sarà la possibilità di sottoscrivere l'abbonamento al servizio Psn Plus presentato nel corso del recente E3 2010.

Vi elenco nel dettaglio le caratteristiche e alla fine qualche considerazione personale.

"Dal 29 giugno potrai acquistare un abbonamento annuale o di 90 giorni dal PlayStation®Store e ottenere all’istante le funzionalità avanzate elencate di seguito.
Il servizio, lo ricordiamo, costerà 14,99 euro per un abbonamento da 90 giorni e 49,99 euro per una sottoscrizione annuale.

Giochi: In qualità di membro, potrai ottenere almeno quattro titoli al mese gratuitamente. Ogni mese sarà possibile scaricare dal PlayStation Store una selezione di un titolo PSN, due minis e un classico PS one®. Senza contare gli avatar speciali e i temi dinamici a disposizione ogni mese, molti dei quali riservati ai membri. In più sconti disponibili su tanti contenuti del PlayStation Store. Infine, laddove è possibile, i membri avranno la possibilità di provare demo e versioni di prova selezionate ed esclusive: sarai tu a raccontare ai tuoi amici le novità sul prossimo fantastico gioco da non perdere assolutamente.
Versione di prova completa dei giochi: Questa funzionalità avanzata ti consente di provare titoli PSN e Blu-ray Disc prima dell’acquisto in un modo del tutto nuovo. Non stiamo parlando delle normali demo o di parti selezionate di un gioco. Con la versione di prova completa dei giochi, a seconda del gioco potrai scaricare il titolo completo e giocarci per circa un’ora come se fosse tuo, e poi decidere se acquistarlo. Quindi, puoi scoprire le modalità online, sfidare i tuoi amici o fare qualunque altra cosa che faresti normalmente con un gioco.

Download automatico: Vogliamo offrire ai membri un servizio il più veloce possibile, quindi iscriviti e imposta la tua PS3 per ricevere automaticamente gli aggiornamenti di tutti i tuoi titoli preferiti e gli aggiornamenti dell’ultimo software di sistema PS3 e ottenere persino le demo di gioco direttamente sulla PS3 senza muovere un dito. La PS3 scaricherà tutto questo automaticamente e all’orario da te impostato, consentendoti di usufruirne quando ti viene voglia di giocare. Non dovrai più aspettare per giocare al tuo titolo preferito perché è disponibile una nuova patch e non sarai più costretto a ricordare quando verrà lanciato l’ultimo software

Offerte primo mese
* Intro offer: LBP (standard edition)
* PSN PS3: Wipeout HD
* minis: Field Runners, Age of Zombies
* PSone: Destruction Derby
* Full Game Trial: Shatter, Savage Moon
* Discounts: LBP God of War Pack – 50%, LBP: LocoRoco costume pack – 50%, Gravity Crash – 20%, Fat Princess DLC – 20%
* Premium Game Element: KillZone 2: Steel & Titanium DLC
* Push demo: ModNation Racers, Heavy Rain
* Themes: LBP Theme, SCEE produced: PlayStation “Game Is Just The Start” Dynamic Theme
* 2 x Fat Princess Premium Avatars"


Che dire...io faccio i miei complimenti alla Sony. Altrove si paga praticamente solo per poter giocare online, il che personalmente mi ha sempre dato fastidio, in quanto ho passato anni a giocare online con il pc fin dai tempi dei modem 56k e non ho mai sborsato un centesimo.

Molto interessante la possibilità di poter scaricare ben 4 titoli gratuiti al mese e l'iniziale offerta è decisamente abbondante e di qualità, nonostante i titoli proposti li abbia già.
Il download automatico di demo, aggiornamenti e patch promette infine di rendere l'utilizzo di Ps3 decisamente più comodo ed immediato.

Detto questo, credo proprio che, per via dello scarso utilizzo che ne faccio anche per questione di tempo più che altro, abbandonerò il servizio Xbox Live gold in favore del Psn Plus.
Non che necessariamente uno escluda l'altro sia chiaro, ma con il gold sono sempre andato avanti scroccando card, cercando promozioni in giro per il web e spesso rimanendo molti mesi silver senza sentire la necessità di tornare gold; quindi se proprio devo pagare...allo stato attuale il Psn Plus mi offre decisamente un servizio più completo e gradevole.

Resta da capire se i giochi scaricati siano sempre fruibili o se sarà possibile utilizzarli solo rinnovando l'abbonamento annuale di volta in volta, il che cambierebbe un po' le cose certo.

mercoledì 23 giugno 2010

Ketsui Extra


Altro giro, altro shmups jap sul quale tirare giù qualche riga.
Porting da sala Ketsui è ancora una volta l'ennesimo bullet hell di Cave, difficile come non mai e basato su un originale sistema di punteggio che come al solito farà la differenza.

Onestamente lo score system non mi è ancora chiarissimo, quindi magari il tutto è da prendere con le pinze e più o meno funziona così: appena ucciso il primo nemico, si attiva un timer di combo velocissimo che ci richiede appunto di continuare ad abbattere tutti i nemici in quel breve lasso di tempo, pena l'azzeramento del timer e un punteggio che stenterà a decollare.
Fondamentale quindi evitare di sparare a caso ma è essenziale conoscere quando farlo e dove, e soprattutto avere una pausa quando il counter è perso e ricominciare la combo.
Ecco, magari a parole risulta ancora più complicato di quello che in realtà è, ma sinceramente il sistema funziona anche se ovviamente ci sarà da lavorare parecchio anche perchè i nemici non tarderanno a vomitare piogge di proiettili sullo schermo.
Come nei più classici sparatutto Cave, ci sono due modalità di fuoco, la primaria che varia a seconda della navicella selezionata e la secondaria che si attiva tenendo premuto il tasto per sparare, che concentra il nostro raggio ma diminuisce la nostra velocità di spostamento.
Nota positiva per i boss fight, soprattutto i primi non sono esageratamente difficili e nonostante l'apparente difficoltà, ho trovato i loro pattern di attacco impegnativi ma intelligenti.


Graficamente piacevole, colorato e ben definito, ho apprezzato lo stile del gioco, un po' classico ma con una buona resa globale. Molto orecchiabili le musiche...

Il gioco è disponibile ovviamente solo in jap, edizione normale e limited edition.

Io vi lascio un piccolo video personale con quello che, nelle ore che ho giocato Ketsui prima di passare ad altro, è tutt'ora il mio record migliore.
[8/10]

Il mio video su Youtube

martedì 22 giugno 2010

Blur blur blur...


Gran bel gioco questo Blur, nulla da dire.

Bizarre ci sa fare...bollare Blur come un semplice racing arcade non renderebbe merito al lavoro svolto dai programmatori.
Funziona tutto, veramente bene, e soprattutto diverte e impegna.

Blur può essere definito come il wipeout su strada e spesso vincere una gara non basta per andare avanti o almeno, non è l'unica condizione necessaria per poter raggiungere il massimo delle "luci". Il sistema di Luci equivale più o meno alle classiche medaglie di bronzo, argento e oro. L'esperienza viene accumulata dai nostri fan, meravigliati dalle nostre imprese su strada e ci permetterà di salire di livello e sbloccare nuove auto come nel più classico dei metodi possibili. I fan si guadagnano guidando con stile, derapando e in generale portando a termine le sfide proposte durante le gare.
Le diverse modalità di gioco però reggono alla grande un gameplay decisamente raffinato e bilanciato.
C'è la classica gara, la modalità distruzione e quella con checkpoint: al giocatore saranno richieste diverse abilità, dalla concentrazione alla precisione, con un pizzico di strategia, per eccellere nelle tantissime gare proposte.

Alla base di Blur c'è un bilanciatissimo sistema di armi, originali più nell'effetto grafico che nella loro reale utilità, dato che ci troveremo di fronte al classico missile a ricerca, lo scudo, il turbo, la mina e così via, armi che bene o male, abbiamo imparato a conoscere bene dai tempi di mario kart e wipeout.
C'è la possibilità di accumulare fino a tre potenziamenti e poterli usare quando più necessario e c'è la possibilità di difendersi non solo usando la barriera, così come quella di poter sparare i potenziamenti avanti e dietro: piccole e semplici varianti ma che doneranno una bella profondità al gioco.
Ciò che mi ha colpito, dopo ore e ore di gioco, è il perfetto bilanciamento del tutto all'interno delle varie gare, cosa che renderà il single player appagante, impegnativo e longevo.

Un quadro tecnico decisamente all'altezza, con ottimi modelli poligonali, una notevole sensazione di velocità (soprattutto con la visuale interna che consiglio di utilizzare) e un track-design veloce ed intelligente completano quello che è un titolo divertente e ben confezionato.
Ah, ovviamente è presente l'online ma...eh ma chi ha tempo? :D
Dopo diverse ore e giocando senza l'obiettivo di sbloccare achievement come mi è solito fare, sono pochi i punticini che Blur mi ha rilasciato e così, ad una veloce occhiata, sembra necessario molto tempo e impegno per raggiungere gli achievement proposti.

Magari non si è capito...ma Blur mi è piaciuto molto, sono rimasto decisamente soddisfatto, mi aspettavo un bel racing game di stampo arcade e mi sono trovato con un ottimo titolo, curato, divertente, appagante e non posso che consigliarlo a chiunque ami il genere.
[8.5/10]

lunedì 21 giugno 2010

And the winner is...


E' stata una fiera decisamente ricca di annunci importanti tra grandi giochi che vedremo e nuovi sistemi di controllo.

Project Natal di microsoft diventa Kinect, vengono mostrati i primi giochi, un fuzionamento non propriamente perfetto ma...l'uscita prevista per il 4 novembre è ancora lontana.
Più di 15 saranno i titoli disponibili al lancio ed è chiara l'intenzione di microsoft di dare fastidio a Nintendo sul campo dei casual gamer e cercare di guadagnare terreno li. La 360 è allo stato attuale una console poco appetibile per le famiglie, decisamente più indirizzata ai videogiocatori e Kinect potrebbe rappresentare un'importante svolta in questo senso.
A pochi giochi dalla fiera, sembra che questa nuova periferica sia già in testa ai preordini di diversi siti, tra cui il famosissimo Amazon.
Non mi è chiaro il prezzo...questi importanti rivenditori danno Kinect in preordine per 149 dollari...seguendo la solita logica ormai ben oliata da noi si tradurranno in 149 euro! Boh, in effetti mi sembra un prezzo esagerato, per un nuovo utente che si vuole avvicinare c'è da considerare anche il costo della console...

Playstation Move è, se vogliamo, il Kinect di Sony: dove microsoft propone una telecamera e nessun controller, Move si rifà totalmente al sistema di controllo del wii, aggiungendo, a detta loro, precisione e profondità.
Move invece avrà il compito di accontentare un po' tutti, dall'utente occasionale all'hardcore gamer.
Il 15 settembre sarà possibile acquistare Playstation Move, lo starter kit dovrebbe costare circa 99 dollari, al solito 99 euro.

Nintendo, tra il ritorno di Donkey Kong affidato ai Retro Studios, il nuovo Metroid other M affidato al Team Ninja che promette una decisa rivisitazione della saga, ha stupito tutti col suo Nintendo 3ds. I primi video in game sono decisamente notevoli per caratteristiche tecniche e in generale per la resa di questo effetto 3d senza bisogno di occhiali e acessori extra.
Qui il video di Metal Gear, decisamente affascinante.
L'entusiasmo degli sviluppatori per il nuovo portatile è alle stelle e decine sono già i titoli annunciati tra immancabili remake in 3d (aspettiamoci una bella ondata in questo senso) e novità che promettono di sfruttare a dovere il 3d del Ds.
Personalmente sono rimasto affascinato...non mi lascerò sfuggire questo gioiellino Nintendo, una ventata di aria fresca è quello che ci voleva nel mondo dei portatili.
Purtroppo c'è da aspettare, i primi rumor danno il nintendo 3ds in uscita nel mese di marzo 2011.

I grandi assenti? Mi aspettavo Resistance 3 e una Psp2.
Resistance è una saga a cui tengo particolarmente e la totale mancanza non mi fa ben sperare per un'uscita a breve di un nuovo episodio.
Infine...visti i precedenti rumor, sembrava certa la possibilità che Sony tirasse fuori un nuovo portatile dalle caratteristiche all'avanguardia.

Piccolo riassuntino questo e...chiaro che il Nintendo 3Ds esce come il vero vincitore della fiera, ha tutte le caratteristiche per poter innovare ancora una volta, anche se come al solito, la differenza la faranno i giochi.

Ciau ^^

mercoledì 16 giugno 2010

Nuova 360...slim!


Stavolta il restyling è vero e totale: anche la console microsoft diventa più sottile, capiente e silenziosa!
Ad un nuovo aspetto infatti, si aggiunge l'hard disk da 250gb, il wifi interno e, a detta di microsoft, una maggiore silenziosità! (ecco, non è che bisogna crederci per forza... :D )
Immediata la disponibilità in America: 299 dollari! Da noi dovrebbe essere disponibile tra un mese esatto.

Qui un video della nuova console!

Che dire...a me non dispiace affatto.

Psn Plus!


Nel corso dell'E3 Sony ha praticamente confermato l'arrivo del tanto chiacchierato servizio in abbonamento del psn: entro fine giugno, con circa 50 dollari l'anno, si potrà avere accesso esclusivo a beta, sconti, demo ecc...
Per ora il tutto sembra un po' poco, ma i dettagli sono ancora da valutare.
L'importante però è che il gioco online rimarrà accessibile a tutti.

sabato 12 giugno 2010

Musou mavaff...


Quella di vedere un gioco a tripla A dedicato a Ken il guerriero sembra una chimera e quest'ultimo Hokuto no Ken: Musou, sviluppato da Koei Tecmo conferma la maledizione che da anni si abbatte sul mitico Kenshiro.

C'è poco da dire su Musou: non ce la faccio ad andare avanti. Potrei chiudere qui.
Quando un gioco è sviluppato da una software house non propriamente affidabile diciamo in termini di gioconi e innovazioni e con un budget sicuramente non all'altezza, il risultato è un gioco privo di idee, di mordente, dal gameplay soporifero.
Ambienti spogli e un level design piattissimo sono le aree che fanno da sfondo alle battaglie di questo picchiaduro a scorrimento. C'è di buono che il gioco segue, non in maniera profonda come il fumetto chiaro, tutta la storia, da quando Ken viene soccorso morente in mezzo al deserto da Lynn (mi sembra :D ) fino a...

Tutto è rovinato da un combat system lento e macchinoso, meno profondo di una pozzanghera.
Le combo a disposizione del nostro eroe si contano sulle dita della mano, ma tant'è che ne basta una per fare fuori qualsiasi cosa si muova. L'ia dei nemici è praticamente assente, ti accerchiano e si fanno menare rimanendo pressochè immobili, riuscendo a sferrare qualche colpo dopo diversi secondi di inattività totale.
Spesso li si può osservare mentre saltellano da una parte all'altra dello schermo, senza nessun particolare motivo...una cosa al limite del ridicolo.
La situazione migliora, ma veramente di poco eh, con i boss che riescono almeno ad offrire il minimo tasso di sfida.

C'è altro con cui poter smanettare nel gioco, come un un sistema di acquisizioni di presunte nuove abilità, che mi è rimasto oscuro a causa della massiccia presenza del giapponese.

Non ho molto altro da dire, se non che Musou è uno dei giochi più brutti a cui abbia mai giocato...e vi assicuro che ne ho giocati di vg.
Sicuramente conta il fatto che la delusione è stata doppiamente forte visto il protragonista del gioco.
Aspettate di trovarlo nei cestoni, se proprio volete sbadigliare in compagnia del leggendario Ken il guerriero.
(3/10)

mercoledì 21 aprile 2010

Marvel vs. Capcom 3


Annunciatooooooooooooooo!

Le prime info:

- 2d e 1080p !
- Cast di personaggi numerosissimo
- Sistema di combattimento che presenterà un mix basato sul predecessore e Street Fighter IV

Fine 2010/primi mesi del 2011, molto probabilmente sulle console hd.

Primo trailer su Youtube

lunedì 19 aprile 2010

Espgaluda 2


Espgaluda 2 è il primo esempio di shumps 2d tipicamente jappo ad approdare sul melafonino, un grande evento a mio avviso. Primo perchè ormai non manca più nessuno a sviluppare giochi di ogni genere su Iphone, secondo perchè, con una punta di orgoglio, Espgaluda 2 rappresenta tutto il mio pensiero attuale, espresso qualche tempo fa, riguardo l'attuale situazione degli sparatutto 2d jappo.

Abbiamo quindi un ottimo titolo, perfetto per essere giocato in qualsiasi momento, capace anche di avvicinare i nuovi videogiocatori e acquistabile in qualsiasi momento con estrema facilità.
La forza di Espgaluda 2 è sicuramente quella di sapersi adattare a chiunque, grazie ai livelli di difficoltà e un ottimo bilanciamento della stessa. Certamente a livello normal la situazione è decisamente più dolce rispetto alla media del genere, con i nemici che vomitano sullo schermo centinaia di proiettili ma lasciano ampi spazi di fuga. Lo stesso discorso può essere applicato ai bellissimi boss di fine livello, tosti e resistenti ma relativamente più facili da abbattere.

Il sistema di punteggio alla base del gioco di base sull'accumulo di cristalli verdi, accumulati i quali è possibile entrare in uno stato chiamato Awakening, dove il nostro personaggio rimarrà immobile e potremo concatenare punti e moltiplicatori sfruttando il touch screen: qui si gioca la differenza tra una partita normale e una fatta per puntare a grandi record.

Non contenti dell'edizione Iphone mode possiamo buttarci nell'arcade mode, riproduzione fedele(?) appunto del cabinato. Prima di buttarci nella battaglia possiamo scegliere tra 3 sistemi di controllo che meglio si adattano al nostro stile.

Ciliegina sulla torta è il pieno supporto Open Feint, sistema per chi non lo conosce molto simile a Xbox live o Psn, che garantirà una maggiore longevità e un pizzico di sfida in più per raggiungere tutti gli obiettivi proposti.

C'è poco da aggiungere, Espgaluda 2 è uno sparatutto 2d completo, bello da vedere e giocare e capace di tenere impegnati a lungo prima di sbloccare tutti gli obiettivi o assimilare e sfruttare l'awakening per riuscire a raggiungere punteggi dignitosi.
Acquisto consigliatissimo ai pochi appassionati del genere e a chi vuole avvicinarsi a questo storico genere, capace ancora oggi di divertire e impegnare.
Chi ovviamente non ama il genere si tenga alla larga! ^^
[9/10]

Street Fighter IV in tasca


La certezza di Iphone come console portatile ormai è assicurata ogni giorno dall'interesse di software house che hanno segnato la storia dei vg.

Tra gli ultimi brand storici ad atterrare su Iphone troviamo Street Fighter IV, conversione praticamente perfetta della versione uscita tempo fa su Ps3 e 360.
Capcom è riuscita a portare l'essenza del suo picchiaduro sul melafonino e sinceramente era molto difficile aspettarsi di più.
Il rischio di rovinare tutto con i controlli touch era altissimo, nonostante la precisione non possa essere quella che si avrebbe con un pad o meglio ancora, un fighting stick in mano, il gioco risponde veramente bene e ben presto impareremo ad eseguire combo e mosse speciali.
Sulla parte bassa sinistra avremo quindi lo spazio dedicato alla levetta mentre nella parte destra troveremo quattro tasti dedicati a pugno, calcio, il focus attack e la special. Il tutto quindi scorre via molto bene, accompagnato da un ottimo comparto grafico, capace anch'esso di riprendere tutto lo stile e l'essenza della versione casalinga/arcade, nonostante le ovvie riduzioni e limitazioni hardware.

Graficamente quindi i modelli risultano ottimamente animati e in generale il lavoro svolto sul piano tecnico è notevole, Street Fighter IV su iphone è una bella gioia per gli occhi.
Troveremo inoltre i tipici effetti audio della serie, e l'unica pecca sono alcuni lievi cali di frame rate che in generale però non rovinano l'esperienza di gioco e non influiscono sull'esito combattimento.

Le uniche note dolenti sono relative al cast ristretto, al momento sono disponibili solamente otto personaggi e quindi pesa l'assenza di storiche presenze tipo Sagat, Balrog, Akuma, Zangief...a ciò Capcom ovvierà con la futura disponibilità di personaggi scaricabili, Cammy arriverà a breve gratuitamente...per altri difficilmente non si dovrà sborsare qualche euro.
Manca purtroppo una qualsiasi modalità versus online e non...quindi ci rimane solo il nostro arcade (ribattezzato Tournament).
Tutto ciò forse è comprensibile anche alla luce del prezzo del gioco, nonostante sia compreso nella "fascia alta" dei giochi per iphone (7,99 euro) bisogna pure accettare il fatto che, veramente, è difficile pretendere di più da quest'hardware, da Capcom e da Street Fighter IV su iphone.
Per la serie...chi si accontenta gode...e non poco.
(8.5/10)

mercoledì 31 marzo 2010

Altro giro, altra limited...


Mi è arrivata ieri la splendida Limited jap di Hokuto No Ken Musou, in particolare chiamata Treasure Box.
La confezione è molto grande, devo ancora aprirla, non ho tempoooooo!!!
Un grazie alla mia piccola gioia, è il suo regalo per il mio compleanno.
Un bacione, ti voglio un mondo di bene.

martedì 23 marzo 2010

Annunciato così...

..senza far troppo rumore, quasi sembra un pesce d'aprile in largo anticipo: Nintendo 3DS.

Il nome è provvisorio, sembra sia in riferimento alla tecnologia che permetterà di vedere le immagini in 3d senza bisogno di occhiali specifici.
Per ora si sa veramente poco, se non altro pare confermata la retrocompatibilità con il catalogo Ds/dsi.
Si parla di un generico marzo 2011 come data finale di uscita.
Maggiori informazioni e dettagli si avranno al prossimo E3.

lunedì 22 marzo 2010

Parola d'ordine: vendetta.


Mi aspettavo tanto da God of War III e per certi aspetti sono rimasto sorpreso e meravigliato.
Ma andiamo con ordine.

Non c'è voluto molto per elevare la serie sul trono dei migliori action game di sempre, complice la formula che fin da subito ha attirato milioni di giocatori, a base di violenza, spettacolarità e il carattere così forte e duro di Kratos, il protagonista.
Ci si aspettava un episodio che concludesse con il botto la trilogia iniziata su Playstation 2...e il botto c'è stato.
Quando un gioco così atteso si presenta con un comparto tecnico allucinante è facile lasciarsi andare a facili entusiami.
I primi due episodi ci hanno deliziato con una partenza che nei primi momenti di gioco butta il giocatore subito nella mischia, in situazioni così immense, cariche di adrenalina e spettacolari che quasi stordiscono il videogiocatore; anche con God of War III quindi ne vedrete delle belle fin da subito...
Dicevo...il motore grafico è massiccio, imponente, spettacolare, definito, a tratti si ha l'impressione di osservare dei filmati, l'effetto è quello di avere computer grafica in tempo reale...e potrei proseguire parlando della splendida illuminazione, degli incredibili filmati, la direzione artistica impeccabile...in generale è il meglio che si possa vedere su console.
Una qualità così elevata però non sarà costante durante tutta l'avventura, ma ripeto, a tratti vi farà rimanere a bocca aperta.

Purtroppo, mi riallaccio al discorso di prima, è facile lasciarsi andare a commenti entusiastici con un motore grafico così ma sinceramente credo che il gameplay non abbia seguito di pari passo l'evoluzione tecnica: chiariamo, la formula è pressochè identica, quel mix di combattimenti più spettacolari che profondi e tecnici, fatti di nemici che spesso, a livello di difficoltà normale, sono più carne da macello che degni avversari; qualcosa in questo senso bisognava forse migliorare...
Ritroveremo i soliti enigmi, forse meno impegnativi che in passato, che spezzano un po' l'azione e la rendono varia ma...boh io avrei preferito qualche combattimento in più, spesso le pause sono un po' troppo lunghe. Il fatto è che quando si entra nel vivo dell'azione, si affrontano gli splendidi boss, il gioco riesce a prenderti in maniera incredibile, la spettacolarità e la brutalità dell'azione raggiungo livelli incredibili e così queste pause proprio non le sopporto.
Qualche novità c'è ovviamente, per esempio troveremo due nuove armi, una magia diversa a seconda di quella equipaggiata, l'arco e diversi accessori più o meno importanti...ma mi sarei aspettato qualcosa di più a livello di profondità, combo e intelligenza artificiale dei nemici.
Gli scontri con i boss sono esaltanti e spettacolari, mai frustranti, infarciti dalla solita dose di quick time event, sempre giusta e ben dosata, che concludono gli scontri con la spettacolarità che meritano.

La storia filerà liscia senza particolari colpi di scena fino alla fine, così come l'avventura principale non richiederà molto tempo per essere portata a termine la prima volta.
Il primo giro ho impiegato otto ore abbondanti per terminare il gioco, oggettivamente non sono moltissime, ma saranno otto ore intense e soddisfacenti. Rispetto ai precedenti episodi in questo senso, God of War 3 dura meno, ma difficile chiedere di più a Kratos.
Terminato il gioco ci sarà data la possibilità di giocare particolari sfide all'interno di un'arena: bisognerà uccidere i nemici entro un determinato tempo, usare solo un arma ecc...cose interessanti e impegnative che ci porteranno via altro tempo, a tratti qui la difficoltà è elevata e la ricompensa per portarle a termine tutte sarà un bel trofeo d'oro.

La qualità in generale è elevatissima...God of War 3 è, nonostante non porti miglioramenti netti o novità eclatanti alla sua formula di gioco, uno dei migliori titoli di questa generazione, la degna conclusione di una trilogia di grandissima qualità, la vendetta di un eroe che è entrato nel cuore di ogni appassionato videogiocatore.
[9.5/10]

giovedì 11 marzo 2010

Ho un debole per...


...Insomniac e i loro giochi: se Resistance è di colpo diventata una delle mie serie fps preferite di sempre, non posso fare a meno ogni volta di spolpare il Ratchet&Clank di turno.
Ratchet&Clank: a spasso nel tempo è il terzo capitolo di una trilogia iniziata su Playstation 3 che ha visto i nostri due eroi finire per essere separati...toccherà a Ratchet ora attraversare l'universo per salvare il suo amico Clank.

Come sempre, ritroveremo la vincente formula action platform a base di armi divertenti e fantasiose. In realtà, seppur le novità da inserire in questo contesto non siano moltissime, ogni volta c'è qualcosa che mi spinge a finire e spulciare totalmente ogni episodio.
Questo Ratchet e Clank, nonostante un motore grafico non all'altezza delle migliori produzioni e forse, per certi aspetti inferiore ai primi due episodi su Ps3, si lascia giocare con molto piacere, diverte, tiene sempre alto l'interesse e la voglia di andare avanti, di provare le nuove armi, aumentarne l'esperienza, salire di livello...e poi la storia ed i filmati sono sempre spassosi, soprattutto alcune gag del Dottor Nefarious non mancheranno di strapparvi più di un sorriso.
Personaggio simpaticissimo, sarà veramente capace di tenere alta l'attenzione durante i filmati che lo vedono protagonista.

Tecnicamente quindi non siamo all'altezza del resto anche se lo stile tipico della serie c'è tutto, quindi avremo un motore fluido e veloce, ancorato a 60 fps, ma sempre molto semplice, leggero, che forse necessiterebbe di un rinnovo...il tempo passa e il primo episodio ebbe un impatto decisamente notevole allora e , ripeto, lo ricordo superiore a questo per certi aspetti.

Ciò che importa e che conta è comunque il gameplay, il cuore della serie in fondo è questo, e ciò gli riesce sempre bene. Ritroveremo decine di armi molto spassone, da semplici pistole a rospi che ruttano, buchi neri e così via. Questa volta le armi, oltre ad aumentare come sempre di livello e acquisire caratteristiche migliori di potenza, velocità, danno ecc...saranno in parte customizzabili. Solo ricevendo o trovando il relativo progetto, sarà possibile quindi modificare qualche arma, non tutte sono customizzabili, in modo da avere un quella più adatta al nostro stile o al momento.
C'è da dire che non ho apprezzato molto le sezioni (relativamente poche per fortuna) nelle quali si deve utilizzare solo Clank: queste risultano decisamente poco ispirate e divertenti, con il robottino che si rivela più lento e meno appagante di Ratchet. Credo che queste sezioni siano la parte debole di un gioco che nel complesso si rivela decisamente ottimo.
Se affrontato con relativa calma, esplorando e raccogliendo tutto il possibile, R&C saprà tenervi incollati al pad per molto tempo, personalmente ho impiegato circa 15 ore per completare il primo giro raccogliendo tutto il possibile e portando a termine le missioni secondarie; se tenete conto che per ottenere il trofeo di platino di cui parlavo prima bisogna portarlo a termine due volte, A Spasso nel Tempo vi porterà via una ventina di ore.

Gioco spassoso, divertente, longevo...la formula convince e appaga il videogiocatore di ogni età.
(8.5/10)

sabato 27 febbraio 2010

Donne così...


Purtroppo esistono solo nei videogiochi! Bayonetta, la super sexy protagonista di questo action game, è una strega dotata di incredibili poteri e il nostro compito sarà quello di aiutarla a ricordare il suo passato menando demoni a destra e sinistra.

Il plot narrativo via via si infittirà mostrando comunque una storia curata e ben narrata attaverso flashback, filmati e documenti nascosti lungo i numerosi livelli di gioco.
Bayonetta è un action game di stampo tipicamente giapponese, un gran gioco, particolarmente ispirato, originale e curato sotto ogni aspetto, come non si vedeva da un pezzo. E' strano che arrivi dal jap...nel senso che il giappone è in piena crisi di idee e non solo, ma questo è un altro discorso.

L'ottimo comparto tecnico, i bellissimi modelli poligonali e tutto il resto fanno da cornire agli eleganti scontri della nostra streghetta, capace di inanellare devastanti combo fatte di pugni, calci e colpi di pistola. Mancando il tasto dedicato alla parata, il fulcro del combattimento si sposta sulla schivata, che diventerà ben presto un elemento fondamentale per il proseguimento della nostra avventura.
Schivando al momento giusto attiveremo una sorta di bullet time e inoltre, menando e non subendo danni riempiremo la barra di turno che ci regalerà delle simpatiche e masochiste finish move: divertenti azioni legate alla ripetuta pressioni di un tasto, diverse in base al nemico e capaci di apportare ingenti danni allo sfortunato di turno.
Inizialmente i combattimenti potranno sembrarvi confusionari e caotici, ma ben presto riuscirete a imparare come funziona il tutto e la soddisfazione nel ricevere le medaglie di platino alla fine degli scontri sarà enorme. Questo perchè Bayonetta appartiene al filone degli stylish action game, inaugurato da Devil may cry e che da molta importanza allo stile degli scontri: le vostre azioni saranno valutate e ricompensate in base al tempo impiegato, alle combo utilizzate, ai danni subiti ecc...con il denaro acquisito (anelli dorati, molto simili a quelli di Sonic...) potremo acquistare un casino di cose nel negozio di turno: combo, accessori, potenziamenti, strambi kit medici e magici...
Una cosa che non mancherà sicuramente in Bayonetta è la varietà dell'azione: questo perchè i nemici sono molto vari, decisamente ispirati...e poi non esiste solo il combattimento, benchè sia comunque fondamentale, lo scontro non è, per dire, martellante e ossessivo come può essere in un Ninja Gaiden.
Questo mix, dal sapore comunque tipicamente jappo e a tratti demenziale potrà comunque non essere apprezzato da tutti.
Lunga e abbastanza impegnativa sarà l'avventura principale, supererete abbondantemente le dieci ore di gioco per terminarlo e molti saranno i boss, spesso enormi, che vi intralceranno il cammino. La sorpresa è che...una volta terminato il gioco a livello normal, di cose da sbloccare ce ne saranno ancora moltissime e soprattutto ora comincia il bello: sembra quasi che il livello normal sia stato usato come un enorme tutorial, per farci apprendere tutto nel miglior modo possibile perchè è a livello hard che comincia il vero Bayonetta, mostrando profondità e velocità notevoli...qui si combatte veramente e si fa decisamente sul serio.

Bayonetta è un ottimo action game, bello stilisticamente, con un combat system facile da apprendere ma incredibilmente profondo, longevo, divertente...non manca veramente niente e sinceramente, stile particolare a parte, non ho trovato difetti rilevanti.
La versione Ps3 presenta un comparto tecnico notevolmente inferiore rispetto all'edizione 360 (almeno quando ho comprato il gioco era così, si parlava comunque di una corposa patch in arrivo) e il gioco non è generosissimo in quanto ad achievement e trofei.
Bayonetta è un action game di notevole qualità ed importanza e farà parlare molto di se in futuro.
(9/10)